colesterolo-sanitas-subiaco.png

COME ABBASSARE IL COLESTEROLO?

18 agosto 2021

Si sente spesso parlare di colesterolo “buono” e “cattivo”. In realtà il colesterolo è uno, ma si comporta in modo diverso a seconda di chi lo accompagna nel suo viaggio nel sangue.

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio epidemiologico cardiovascolare Iss-Anmco (Istituto Superiore di Sanità – Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri) emerge che l’ipercolesterolimia (cioè un colesterolo oltre i 240 mg/dl), negli ultimi anni è aumentata per entrambi i sessi, interessando circa il 40% degli italiani.

Tra le cause più comuni di questa patologia c’è un errata alimentazione, ricca di grassi saturi e di carboidrati e povera di frutta e verdura.
Comunemente siamo abituati a considerare il colesterolo, specialmente quello “cattivo”, solo in base ai suoi livelli, modificando la nostra alimentazione in base a questo aspetto.


In realtà ci sono altri fattori che concorrono al controllo del colesterolo, come ad esempio una buona dose di energia.
In pratica, il colesterolo rimane nel sangue perché non produciamo sufficiente energia per poterlo assorbire ed elaborare.

La soluzione per aumentare i livelli di energia arriva dalla tavola, attraverso una dieta ricca di micronutrienti essenziali in grado di svolgere un’azione sia preventiva, sia terapeutica, capace di migliorare i livelli di colesterolo nel sangue.

L’IMPORTANZA DELL’ENERGIA
Si sente spesso parlare di colesterolo “buono” e “cattivo”. In realtà il colesterolo è uno, ma si comporta in modo diverso a seconda di chi lo accompagna nel suo viaggio nel sangue.
In particolare, essendo un grasso, non è capace di circolare, se non accompagnato dalle proteine che lo rendono idrosolubile.


Le proteine chiamate HDL, non depositano il colesterolo nelle arterie, ma lo trasportano verso il fegato, dove viene metabolizzato.
Ma per fare questo, occorre molta energia. Se manca il trasporto del colesterolo non avviene, provocandone l’accumulo nel sangue e nei vasi sanguigni.

ECCO ALCUNI CIBI CHE CI AIUTANO A PRODURRE ENERGIA


PEPERONCINO

La capseicina contenuta nella spezia abbassa la colesterolemia.

PANE INTEGRALE D’AVENA
Il beta-glucano contenuto nell’avena favorisce la diminuzione del colesterolo nel sangue.

RISO INTEGRALE
Ricco di statine naturali, normalizza i livelli di colesterolo e trigliceridi.

OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
Contiene acidi grassi monoinsaturi e protegge vasi e cellule ematiche.

CARCIOFO E AGLIO
Bloccano la sintesi del colesterolo.

BROCCOLI E CAVOLI
Stimolano la produzione di cellule ematiche e abbassano il colesterolo.

FUNGHI
Riducono il livello di trigliceridi

GERMOGLI DI SOIA
Diminuiscono le LDL.

FIBRE A VOLONTA’
Tanta frutta e verdura. Tra tutti i tipi di frutti, privilegia le mele, l’uva e soprattutto le arance rosse: un bicchiere di spremuta, bevuto ogni mattina, aumenta il tasso di colesterolo HDL ed essendo ricco di antiossidanti limita i danni cellulari favorendo l’assorbimento di colesterolo nei tessuti.

VINO ROSSO
Svolge un affetto protettivo sulle arterie, se bevuto in modica quantità.

Per un controllo su colesterolo, trigliceridi e glicemia approfitta del nostro pacchetto analisi Check Up Base ad un prezzo speciale. Clicca qui