autunno.jpg

STRESS E STANCHEZZA: GLI EFFETTI DEL CAMBIO STAGIONE SULL’ORGANISMO

7 ottobre 2021

Il cambio di stagione comporta per l’organismo una serie di sintomi che includono: stanchezza, debolezza, ansia, insonnia, irritabilità, sonnolenza, disturbi gastrici e malessere generale.
Tutti questi sintomi sono il campanello d’allarme di uno stato fisico e mentale non performante.
Secondo alcuni scienziati i cambiamenti di temperatura, umidità e pressione possono influire su alcune sostanze chimiche (neurotrasmettitori) implicate nella nostra sfera dell’umore causando anche variazioni endocrine. Infatti degli studi hanno addirittura raggruppato i sintomi in disturbi affettivi stagionali (SAD).

Cosa succede al nostro organismo con il cambio di stagione

Spesso con un cambio climatico dovuto al susseguirsi delle stagioni, in particolare nel passaggio dalla stagione calda a quella fredda, si è soliti avvertire fisicamente il cambio di temperatura e dei diversi ritmi di vita. Ecco cosa succede al nostro corpo:

  • Abbassamento o aumento del livello di melanina. Nel caso del passaggio dall’estate all’autunno è dovuto alle giornate più brevi. Accade l’inverso nel caso del passaggio da inverno all’estate.

  • Aumento dei livelli di cortisolo (ormone dello stress) che causano tachicardia, insonnia, ansia, depressione, nervosismo ma cambiano da soggetto a soggetto.

  • Alterazione della temperatura corporea soprattutto nel passaggio da estate a inverno poiché le temperature calano drasticamente e il sistema immunitario non è preparato causando così la febbre.

  • Aumento della pressione arteriosa soprattutto verso l’inverno perché il corpo cerca di mantenere il calore riducendo la sudorazione e restringendo i vasi sanguigni. La situazione opposta accade in estate.

Stagione autunnale: come affrontarla?

Un corpo forte non risente dei disturbi legati al cambio di stagione quindi scopriamo qual è lo stile di vita giusto per affrontare nel migliore dei modi il cambio di stagione.

  • Dormire almeno 8 ore al giorno cercando di svegliarsi sempre alla stessa ora per migliorare la qualità del sonno

  • Bere sempre almeno un litro e mezzo di acqua al giorno per mantenere l’organismo idratato e aumentare il cortisolo che aiuta il benessere psicofisico

  • Prediligere un’alimentazione equilibrata e varia per evitare che l’organismo subisca una carenza di energia. Mangiare soprattutto cibi ricchi di potassio come banane, kiwi, spinaci, ceci, lenticchie, funghi etc…

  • Praticare attività fisica che grazie al rilascio dell’endorfine aiuta ad avere l’umore alto e a migliorare il sonno.

  • Trascorrere del tempo all’aria aperta poiché la luce aiuta il cervello a produrre serotonina, l’ormone del buon umore.

  • Assumere integratori di vitamine e sali minerali sia per affrontare tutti i sintomi ma anche per prevenire i malanni di stagione.

  • È molto importante, soprattutto dopo la passata stagione estive e in vista di una ripresa delle attività sportive, eseguire un check up sul proprio stato di salute attraverso esami di laboratorio che possano delineare un quadro preciso dell’attuale stato di salute.

Approfitta dei nostri pacchetti in offerta e trova quello giusto per te visitando la Nostra Pagina Offerte